giovedì 5 ottobre 2017

Epilogo del corso di acquerello in Bourgogne






Epilogo del corso di acquerello in Bourgogne, 26/29 settembre 2017

Armonia è la parole chiave delle cinque giornate acquerellose in Bourgogne.

L’armonia si è presentata tra noi con il sorriso esplosivo della famiglia Mayen che ci ha accolto e ospitato, l’armonia era attorno a noi amici dal primo istante tra francesi e italiani uniti dalla passione per il disegno, armonia era la campagna borgognona gioiello di integrazione tra l’opera dell’uomo e della natura, armonioso il Pinot nero che colorava i nostri calici e armoniose le risate e la cucina di Titia, Cri-cri e Martine.

Qui sotto una selezione dei lavori realizzati in Bourgogne dal 26 al 29 ottobre durante il corso di acquerello “en plein air”. Un grazie di cuore a tutti i partecipanti Arlette Pascal, Lucienne Coulon, Julot Heitz, Giulia Marelli, Bernadette Mallandrino, Umberto Volpe, Rossana Pievani e Gerard Mayen. Un ringraziamento particolare a Titia, Cri-cri e Martine cuoche straordinarie dal sorriso facile e a mia moglie Amalita stregata come me dall’armonia della Francia.

Torneremo in Bourgogne per dipingere altri angoli di questa terra incantevole, per ritrovare i nostri amici e alzare nuovi calici, à la prochaine fois!!


















 





 






3 commenti:

  1. Sono ancora ubriaco delle acquerelli e dall'amicizia. Tornando a uno stato normale ci vorrà molto tempo. A meno che la Sicilia ci chiede per essere intossicato dalle sue bellezze. Alzo il mio calice (di Pinot, naturalmente) alla nostra prossima riunione. Un grande abbraccio. A très bientôt les amis.

    RispondiElimina
  2. Grazie caro Gerard! Prepariamoci per la nuova avventura siciliana con un calice di Malvasia!!! Un grande abbraccio a te, a très bientôt!!!!!

    RispondiElimina