lunedì 14 ottobre 2019

Dipingere alla Belle- Île, 19/26 giugno 2020


Dipingere alla Belle- Île,
anima selvaggia della Bretagna
19/26 giugno 2020


19 settembre 2018.
L’odore dell’oceano è intenso come non ho mai percepito altrove, il mare anche se calmo rompe le sue onde lunghe di ponente sulla costa frastagliata dai fondali bassi e rocciosi che alzano nuvole bianche e cotonose; il sole è caldo e sono li, seduto nello stesso punto dove Monet 133 anni fa si emozionò per tanta forza della natura. Guardo con stupore questa natura mescolata di roccia, mare e cielo e un brivido di gioia mi avvolge come la brezza salmastra intorno, poi cerco di riportare sulla carta quello che provo, lasciando che le mani scorrano sul foglio.
Come Monet altri grandi pittori e artisti rimasero incantanti da questa natura così indomita e dai forti contrasti: Henri Matisse, Henry Moret, John-Peter Russell, Constantin Kousnetzoff, Maxime Maufra, Georges Clairin, Victor Vasarely e la Divina Sarah Bernhardt.
Seguendo le loro tracce torneremo nei luoghi prediletti dagli artisti del passato per vivere insieme le emozioni oceaniche che la Belle- Île sa regalare.



Belle- Île, Enez Ar Gerveur in bretone, è la più grande di quella manciata di isole sparse nell’oceano Atlantico a 14 chilometri dalla Presqu’ île de Quiberon, sulla Côte Sauvage.
E’ una terra di contrasti: dall’armonia dei campi coltivati dell’interno al litorale selvaggio battuto dal vento, dove si alternano rocce multiformi, falesie e spiagge incontaminate.
Sempre ha ispirato gli uomini: per secoli pirati e corsari l’hanno assalita per depredare monasteri e chiese, le armate inglesi e olandesi hanno cercato di impadronirsene per conquistare un avamposto di fronte ai porti di Lorient e  Nantes. I pescatori di sardine e crostacei hanno battuto i suoi mari burrascosi. Artisti e pittori, da Monet a Flaubert a Sarah Bernardt, hanno reso il suo nome famoso in tutto il mondo.

IL CORSO, DATA LA SUA PARTICOLARITÀ, È LIMITATO A 12 PARTECIPANTI.

Passeremo sei giorni a cercare lo spirito del luogo, a dipingere sulle tracce dei grandi artisti che si sono arresi al suo fascino selvaggio.

PROGRAMMA.
Venerdì 19 giugno. Ritrovo in giornata del gruppo a Vannes presso l’Hotel Mercure****, passeggiata e sketching nel centro storico di Vannes; cena presso una trattoria sul porto.
Sabato 20 giugno. Ore 8,20: imbarco per la Belle-Île dalla Stazione Marittima (nei pressi dell’Hotel) con la Compagnie du Golfe. La traversata, della durata di due ore, permetterà di percorrere il Golfo di Morbihan, classificato tra le più belle baie del mondo, costellato di decine di isole e isolotti.
Ore 10,30: arrivo al porto di Le Palais (Belle-Île). Trasferimento del gruppo in auto al Residence Le Hameau du Phare a Kervilahouen. Pranzo leggero al Residence.
Ore 14: trasferimento a Port Goulphar e primi esercizi nel santuario dei pittori impressionisti.
Ore 20: cena presso il residence. Dopo cena se ne abbiamo ancora voglia tramonto da sogno a Port Goulphar.
Domenica 21 giugno, 8,30: colazione.
La costa sud occidentale: mattina nell’incantevole cornice della Pointe de Pouldon. Pranzo veloce a Locmaria. Pomeriggio: esercizi tra la chiesetta di Locmaria e Port Maria. 
Ore 20: cena presso il Residence.
Lunedì 22 giugno, Ore 8,30 colazione.
Giornata Claude Monet: i luoghi degli Impressionisti. Trasferimento alle Aiguilles di Port Coton. Pranzo al sacco. Pomeriggio al faro della Pointe du Talut.
Ore 20: cena presso il Residence.
Martedì 23 giugno, Ore 8,30 colazione.
Giornata Sarah Bernhardt: i luoghi della Divina Sarah. Trasferimento alla Pointe de Poulains: esercizi tra il tombolo, il faro, le spiagge e le rocce multiformi della Pointe de Poulains.
Pranzo al sacco e visita al Musée Sarah Bernhardt. Pomeriggio a Sauzon: esercizi al porto.
Ore 20: cena a Sauzon al ristorante Abri côtiere. Tramonto fotografico alla Pointe de Poulains.
Mercoledì 24 giugno. Ore 8,30: colazione.
Giornata Vauban: le grandi architetture militari. Trasferimento a Le Palais: visita alla Citadelle Vauban; esercizi dal forte guardando la baia. Pranzo al sacco. Pomeriggio esercizi sul porto di Le Palais tra barche e fari.
Ore 20: Cena al porto di Le Palais Ristorante Le Goeland.
Giovedì 25 giugno. Ore 8,30 colazione.
La costa nord occidentale: Plage de Donnant. Pranzo al sacco. Pomeriggio: il fiordo di Ster Ouen.
Ore 20: cena presso la miglior creperie delle Belle île, Crêperie Coton, Kervilahouen.
Venerdì 26 giugno. Al mattino trasferimento  a Le Palais e imbarco per Quiberon. Rientro in Italia.




LA CASA DEL NOSTRO SOGGIORNO

Le Hameau du Phare si trova a Kervilahouen, una piccola frazione di Bangor, dove Claude Monet soggiornò nell’autunno del 1886 realizzando 39 splendide tele che ritraggono la costa più affascinante dell’isola a circa un chilometro di distanza da questa piccola frazione.  
Le Hameau du Phare è un residence in stile bretone, composto da quattro case su due piani disposte a corte su un gradevole giardino. Ogni casa è composta da un ampio soggiorno aperto sulla cucina e tre camere ognuna con bagno privato e vasca jacuzzi esterna.  A disposizione uno spazio di lavoro e di ritrovo, una grande sala comunitaria dove ceneremo e faremo colazione, una sala home cinema e uno spazio fitness.

QUOTA INDIVIDUALE DI  PARTECIPAZIONE

€ 1.297,00
La quota comprende:
·         1 pernottamento con prima colazione presso l’Hotel Mercure**** a Vannes in camera doppia uso singola o per una coppia
·         6 pernottamenti con prima colazione presso  Le Hameau du Phare a Kervilahouen
·         Noleggio di auto per gli spostamenti sull’isola
·         il corso di acquerello

Per il soggiorno sull’isola sono riuscito a spuntare un prezzo di favore, purché  la prenotazione avvenga entro e non oltre il 20 ottobre.

La quota non comprende:
·         i pranzi e le cene
·         le visite a pagamento programmate
·         i trasporti A/R  Vannes/ Belle- Île - Belle- Île /Quiberon
·         tutto quanto non espressamente indicato nella voce “la quota comprende”

Sono in corso di organizzazione tre cene con catering presso il residence che dispone di cucina accessoriata e di un’ampia sala per pranzare e stare in compagnia.
Le altre cene si faranno in diverse località dell’isola (Bangor, Le Palais e Sauzon) presso ristoranti, brasserie e creperie.

Il corso è aperto a principianti ed esperti  disegnatori, di età superiore ai 14 anni.
Data la notorietà e l’alto afflusso di turisti nell’isola nei mesi estivi, l’iscrizione al corso dovrà pervenire tramite mail al seguente indirizzo: lorenzodottisketcher@gmail.com  entro la data del 20 ottobre; contestualmente andrà versata la caparra.

Per iscrizioni e informazioni: Lorenzo Dotti  3334648829


COME ARRIVARE ALLA BELLE- ÎLE


 ANDATA 19 giugno 2020
DA MILANO
VOLO DIRETTO Easy jet Milano-Nantes h. 10,40-12,25
Trasferimento con minibus dall’aeroporto di Nantes all’Hotel Mercure di Vannes
TRAGHETTO (mattina del 20) da Vannes a Le Palais

RITORNO 26 giugno 2020
TRAGHETTO al mattino Le Palais-Quiberon
Trasferimento con minibus da Quiberon all’aeroporto di Nantes
VOLO DIRETTO Easy jet Nantes-Milano h. 15,10-16,50

Il volo diretto Easy jet Milano-Nantes A/R è l’unico senza scalo dall’Italia nella fascia oraria mattutina, ed è anche il più economico: 54€!!


giovedì 10 ottobre 2019

In viaggio col quaderno




CuneoVualà presenta la mostra
IN VIAGGIO COL QUADERNO
I carnets de voyage di LORENZO DOTTI
A cura di Ivana Mulatero



Inaugurazione venerdì 18 ottobre 2019 ore 17,30
Fondazione Peano, Corso Francia 47, Cuneo
Visitabile dal 18 ottobre/17 novembre dal giovedì alla domenica dalle 15,30 alle 18,30


Eccoli, tutti insieme a ricomporre come un puzzle il lungo viaggio che li ha portati in giro per il mondo. Quasi 40 anni di carnets de voyage per la prima volta tutti in mostra a Cuneo presso la Fondazione Peano. Non ci sarà una seconda volta perchè dopo la moglie e la nipotina sono la cosa a cui tengo di più al mondo, quindi approfittatene!!







Qui sotto il comunicato stampa della manifestazione:

CuneoVualà 2019
Presenta una mostra monografica | una collettiva di contrappunto | un incontro di formazione

 IN VIAGGIO COL QUADERNO
I carnets de voyage di LORENZO DOTTI
A cura di Ivana Mulatero



Fondazione Peano

Venerdì 18 ottobre 2019 ore 9 -13 Incontro di formazione con le scuole condotto da Lorenzo Dotti e alle ore 17.30 inaugurazione della sua mostra monografica “In viaggio col quaderno” in contrappunto alla collettiva di professionisti e studenti dei carnets de voyage

Alla settima edizione di Cuneovualà, la Fondazione Peano ha il piacere di presentare la rassegna dei viaggi con il quaderno di Lorenzo Dotti (Torino, 1958), un protagonista del disegno naturalistico italiano, guida biowatching e coordinatore dell’Atlante delle orchidee selvatiche del Piemonte.

La mostra monografica è la prima antologica in assoluto che include la totalità dell’opera carnettistica con i trentasette quaderni di viaggio realizzati da Lorenzo Dotti a partire dal 1981, accompagnati da un corpus di illustrazioni in originale accanto agli strumenti del mestiere, dalla tavoletta per i disegni in immersione subacquea alle pastiglie di pigmento White Night (acquarelli reperibili solo via web o acquistati direttamente in Russia) che descrivono in modo esauriente le caratteristiche di un’attitudine quasi quarantennale al viaggio e al disegno.

“Viaggiare col quaderno - scrive la curatrice Ivana Mulatero e ideatrice della rassegna CuneoVualà - è la dimensione abituale di Lorenzo Dotti. Il suo modo di attraversare il mondo, di accarezzarlo con lo sguardo e afferrarlo con la mente per conoscerlo, interpretarlo, descriverlo e restituirlo con acume e intelligenza, mobilitando le facoltà raziocinanti dell’illustratore scientifico, e con lo stupore e la meraviglia delle doti intuitive di un disegnatore/viaggiatore en plein air, con migliaia di disegni al tratto riflessi in pozze d’acquerello bagnato sulle pagine”.

Dai ripetuti soggiorni nelle isole dell’arcipelago toscano al progetto in corso di realizzazione dedicato alle Eolie, di cui la mostra alla Fondazione Peano presenta nel manifesto una pagina dedicata a Filicudi. Il filo della narrazione, inedito, è pensato per un viaggio che nasce da una documentazione proveniente dallo studio delle vedute eoliane realizzate da un grande esploratore ottocentesco del Mediterraneo, il principe antropologo Luigi Salvatore d’Asburgo.

Si profila in tal modo una diversa interpretazione della forma d’arte dei carnets de voyage, intesi come una guida per percorrere, a ritroso nel tempo, la biografia di qualcuno, sia esso un personaggio storico o un famigliare, come nel caso del celebre nonno di Lorenzo Dotti, l’architetto razionalista Giuseppe Pagano Pogatschnig, autore della Bocconi a Milano e dei primi scali per i viaggi in idrovolante negli anni venti del Novecento.

La mostra In viaggio col quaderno di Lorenzo Dotti è presentata all’interno della settima edizione di CuneoVualà, tra le più importanti manifestazioni italiane dedicate alla cultura del carnet di viaggio disegnato, dalla tradizione antica e con un fascino inalterato nel tempo.

CuneoVualà è promossa e organizzata dalla Fondazione Peano con l’ideazione e la curatela di Ivana Mulatero. La rassegna, in collaborazione con l’Associazione Autori Diari di Viaggio di Ferrara, il Primo Liceo Artistico di Torino, l’Alliance Français di Cuneo, il Liceo Artistico Buniva di Pinerolo, presenta la continuità di un percorso di studio per una storia aggiornata del taccuino di viaggio disegnato in Italia attraverso l’approfondimento di alcune esemplari figure di viaggiatori/disegnatori, come è stato per l’edizione 2017 con la personale dedicata a Stefano Faravelli e per l’edizione 2018 con la mostra di Giancarlo Iliprandi.

CuneoVualà presenta, inoltre, una selezione dei taccuini realizzati nel corso dell’anno 2019 in occasione di alcune collaborazioni della Fondazione Peano con il Consiglio Regionale del Piemonte (Carnet a Palazzo Lascaris, febbraio-maggio), con l’Associazione Italiana per l’Arte Naturalistica (Parco della Mandria, giugno), con i Musei Reali di Torino (Primo Disegno Reale, settembre). La mostra sarà corredata dai suggerimenti poetici sul tema del viaggio e dai diversi esemplari di taccuino disegnato, dal non finito all’impaginato in studio, con diverse metodologie legate alle esperienze di full immersioni e a quelle veloci da urban sketchers. Tra i disegnatori di carnet si segnalano, tra gli altri: Anna Regge, Cristina Girard, Cendrine Bonami Redler, Sighanda, Marco Bonifacino, Elena Arrò, Laura Spianelli, Fabrizio Brusa, Donatella Peli, Roberto e Silvia Cariani, Anna Maria Gianguzzo, Andrea Varca, Catia Sardella, Walter Tesio, Antonella Stillone, Maria Francesca Starrabba, Elena e Claudio Monaco, Federico Morgando, Roberto Malfatti.

Venerdì 18 ottobre 2019, ore 9-12, mattinata di formazione con la guida di Lorenzo Dotti alle classi di studenti in visita al giardino museale della Fondazione Peano, uno spazio verde erede di un antico vivaio dotato di oltre sessanta specie botaniche classificate sulle quali appuntare gli sguardi in punta di matita per inedite tavole naturalistiche.

La mostra rimarrà aperta fino a domenica 17 novembre 2019 con il seguente orario:
da giovedì a domenica ore 15.30-18.30. Ingresso gratuito.

Per info: Fondazione Peano Corso Francia, 47 – Cuneo Tel. 349.7528085

segreteria@fondazionepeano.it      www.fondazionepeano.it


mercoledì 2 ottobre 2019

Pennelli pellegrini, 19/20 ottobre sketching in Monferrato




“Pennelli pellegrini”: due giorni di sketching e carnet di viaggio in Monferrato


Sarà il fine settimana del 19-20 ottobre, nel mezzo di un autunno che si spera ancora tiepido, a costituire per quest’anno l’appuntamento con il disegno en plein air e il carnet de voyage in Monferrato. L’evento, giunto alla seconda edizione dopo il successo dello scorso anno, si chiamerà “Pennelli pellegrini” e sarà inserito nel ricco programma di IT.A.CA’, il Festival nazionale del Turismo responsabile che fa tappa sulle colline monferrine per la terza volta.

I pennelli degli sketcher quest’anno saranno “pellegrini” perché lo sfondo e i soggetti delle nostre visite disegnate saranno due luoghi simbolo dell’arte, dell’architettura e della storia del Piemonte sacro: la canonica di Santa Maria di Vezzolano e il santuario e sacro monte di Crea.

Serralunga di Crea
                                 
 


SABATO 19 OTTOBRE

ORE 9,00 CANONICA DI SANTA MARIA DI VEZZOLANO, Albugnano (AT), ritrovo, iscrizione, presentazione delle giornate.
La cosiddetta Abbazia di Vezzolano è uno dei più begli esempi di romanico piemontese, immersa nei boschi delle colline del Monferrato, scrigno di arte e cultura. Sarà possibile dedicare la giornata ad ammirarne e riprodurne le forme e a passeggiare nei suoi dintorni sugli storici sentieri devozionali, oggi inseriti nel percorso escursionistico che dalla basilica di Superga (TO) raggiunge il Sacro Monte di Crea (AL). Per chi lo desidera è prevista una visita guidata alla struttura, risalente all’XI secolo.

Il PRANZO a pic-nic sull’erba è incluso nella quota di adesione.

ORE 17,30 circa partenza in direzione di PONZANO (AL, 1 ora d’auto), dove i partecipanti saranno alloggiati in struttura agrituristica convenzionata.

In serata CENA conviviale.

Sacro Monte di Crea, Cappella del Paradiso con le oltre 300 statue di terracotta e gesso che  ornano il soffitto


DOMENICA 20 OTTOBRE
ORE 9,30 PONZANO (AL), ritrovo e spostamento al SACRO MONTE DI CREA
(5 minuti in auto).
Crea è uno dei Sacri monti del Piemonte, inseriti nel patrimonio Unesco. è il centro spirituale del Monferrato e dall’alto del suo colle domina tutta la regione. Iniziato nel XVI secolo come ampliamento di un precedente sito medievale, consta del santuario, raccolto intorno alla chiesa dedicata alla Vergine, e di 23 cappelle immerse nel verde, affrescate e allestite con statue che narrano episodi inerenti la Vergine e la vita di Sant’Eusebio. Oggi Crea è anche uno dei Parchi naturali regionali piemontesi.
La giornata di sketching si svolgerà al Sacro Monte, che quest’anno fa da suggestivo sfondo allo svolgimento dei principali eventi del festival IT.A.CA’, tra architetture, arte e natura.

Il PRANZO al sacco è a cura dell’organizzazione e verrà fornito ai partecipanti.
Nel POMERIGGIO, al termine delle attività, saranno esposti e raccontati i lavori dei partecipanti e parleremo di viaggi, del carnet e dell’affascinante figura del carnettista in un incontro conclusivo.


GLI OSPITI 

Anche quest’anno possiamo contare sulla partecipazione di grandi carnettisti che ci accompagneranno nel nostro viaggio:

SILVIA CARIANI (http://silviacariani.it),
ROBERTO CARIANI (http://robertocariani.it)
LORENZO DOTTI (http://lorenzodottisketcher.blogspot.com)
saranno con noi a disegnare, dispensare consigli e mostrarci le loro eccezionali abilità di racconto con il pennello.


INFO & CONTATTI

La quota di partecipazione all’evento è di € 75, comprensivi di iscrizione, pranzi, cena e tessera dell’Associazione Il Picchio; il pernottamento è a cura dei partecipanti in strutture convenzionate.

Per informazioni e iscrizioni:
info@ilpicchiocamino.it
tel. +39 347 694 2699 (Carlo)
tel. +39 345 003 4982 (Pier)


Ulteriori informazioni qui: Pennelli pellegrini

giovedì 12 settembre 2019

Dipingere la luce



Dipingere la luce
Atelier d’Artista

A cura di Urban Sketchers Milano, nell'ambito del Fabriano Festival del Disegno

Milano, Castello Sforzesco, Sala Bertarelli 14 settembre 2019 ore 11/13

Terapia per il corpo e per l’anima, dipingere “en plein air” è il modo migliore per rappresentare dal vero paesaggi e architetture imparando a riconoscere le forme, i colori e le luci reali, ma significa anche riportare sulla carta le atmosfere e le emozioni  di quel luogo in quel particolare momento.
Laboratorio di disegno dal vero per adulti.

ATELIER D’ARTISTA – a numero chiuso, su prenotazione all’InfoPoint nel giorno stesso dalle ore 9.30. pochi posti disponibili.

Qui sotto link al programma della manifestazione:



venerdì 30 agosto 2019

Dipingere al Lago d'Orta




Dipingere al Lago d’Orta 

corso di acquerello “en plein air” 11/13 ottobre 2019


Il Lago d’Orta si allunga tra piano e montagne, dagli aspri rilievi della Valgrande alla pianura novarese e milanese, incorniciato da dolci colline boscose. Sulle sue acque si affaccia una manciata di pittoreschi borghi e nel suo cuore è custodita l’isola di San Giulio, luogo strategico e avvolto da leggende sin dal Medio Evo, con i suoi vicoli tortuosi e il gioiello romanico della basilica omonima. Dipingeremo il bellissimo borgo di Orta, sulla sponda orientale del lago: la piazza affacciata sulle acque, il porticciolo d’imbarco, il palazzo del Broletto, affrescato e porticato, le vie e le scalinate che offrono bellissimi scorci. Il Sacro Monte di Orta, patrimonio Unesco, che domina il borgo dall’alto: Il percorso di venti cappelle dedicate a episodi della vita di San Francesco d’Assisi, con affreschi e sculture dipinte, è immerso nell’ombra del bosco e offre una vista magnifica sul lago. Lo straordinario paesaggio dal santuario della Madonna del Sasso situato sulla cima di un roccione granitico a strapiombo sul lago d’Orta. Dal porticciolo di Pella, sulla sponda occidentale del lago, avremo un’altra prospettiva sull’isola e sui colori delle acque.

Orta San Giulio, Palazzotto della Comunità o Broletto (Sec. XV)


PROGRAMMA
Venerdì 11 ottobre: ritrovo ore 10 a Orta San Giulio in piazza Motta, davanti al Broletto; giornata a dipingere il borgo, le vie, l’acqua
Pranzo al sacco o in uno dei tanti punti di ristoro del borgo
Ore 18: in auto si raggiunge l’Albergo La Seca a Alzo di Pella (15min)
Cena presso il ristorante l’Imbarcadero a Pella

Sabato 12 ottobre: ore 9, imbarco da Pella per l’Isola San Giulio. Visita e sketching
ore 12 imbarco per Orta San Giulio
Pranzo al sacco nel borgo
Nel pomeriggio esercizi al Sacro Monte d’Orta
ore 18,30 imbarco ad Orta e rientro in barca a Pella.
Cena presso il ristorante l’Imbarcadero

Domenica 13 ottobre: ore 9 si raggiunge in auto il Santuario della Madonna del Sasso. Esercizi sul paesaggio.
Pranzo al sacco
Pomeriggio rientro a Pella ed esercizi dal lungolago.
Ore 18: fine del corso


QUOTE INDIVIDUALI DI  PARTECIPAZIONE

Soggiorno di 3 giorni/2 notti dall’ 11 al 13 ottobre 2019 presso La Seca Antico Albergo Alzese ad Alzo di Pella
Cene presso il ristorante Imbarcadero, Pella Lago d’Orta
€ 434  comprensivi di corso, pernottamento in camera doppia uso singola, cene presso ristorante convenzionato.
€ 392 comprensivi di corso, pernottamento in camera doppia, cene presso ristorante convenzionato. 

La quota comprende:
N. 2 pernottamenti e prime colazioni presso La Seca Antico Albergo Alzese ad Alzo di Pella, Lago d’Orta
N. 2 cene presso ristorante Imbarcadero, Pella, Lago d’Orta (compreso vino e acqua )
Lezioni del corso tenute da Lorenzo Dotti per l’intera durata del soggiorno

La quota non comprende:
i pranzi al sacco
Il trasferimento in barca da Pella a Orta San Giulio e ritorno
tutto quanto non espressamente indicato nella voce “la quota comprende”

ISCRIZIONI E INFORMAZIONI
Il corso si svolgerà al Lago d‘Orta e dintorni dall’11 al 13 ottobre 2019 con orario 9,30-18,00
Pernottamenti e prima colazione presso La Seca Antico Albergo Alzese ad Alzo di Pella
Cene presso il ristorante Imbarcadero di Pella

Numero minimo di partecipanti 8 massimo 14.
L’iscrizione al corso dovrà pervenire tramite mail al seguente indirizzo lorenzodottisketcher@gmail.com 
non oltre la data dell' 11 settembre 2019.
Per iscrizioni e informazioni: Lorenzo Dotti 3334648829 

Isola di san Giulio, Lago d'Orta,
acquerello di Edward John Poynter 1898


giovedì 22 agosto 2019

Esercizio n.16 dipingere riflessi sull'acqua






Un nuovo esercizio dedicato a chi è ancora in vacanza al mare o al lago, e ai prossimi alunni del corso di acquerello "en plein air" a Trieste dove dipingeremo anche soggetti analoghi a questo. 


Qui sotto link al programma del corso Triestino:

Esercizio realizzato con Watercolor White Nights, nomi e numerazione seguono quindi la cartella colori White Nights.


Paletta colori White Nights utilizzati per l’esercizio.


1. Il soggetto da riprodurre, riflessi di barche. Porto di Trapani



2. Disegno a matita e tratteggio delle zone in ombra

3. Mescola Blu Idantrene 524  e Violetto 607 per zone in ombra,
più o meno carico a seconda dell'intensità dell'ombra e della luce

3.  Azzurro 509 nelle barche e loro riflessi

4. Mescola Rosso inglese 321 e Rosa violetto 608 nelle barche e loro riflessi

5. Rosso cadmio 302 e Verde smeraldo 713 nel peschereccio in secondo piano e suoi riflessi

6. Giallo oro nel palo del peschereccio in secondo piano,
mescola Nero 805 e Viola 607 per caricare qualche ombra e riflessi nell'acqua



Qui sotto trovate il link a tutti gli esercizi finora pubblicati

giovedì 8 agosto 2019

Dipingere Trieste, settembre 2019



Dipingere Trieste
corso di acquerello "en plein air", 6/8 settembre 2019

La bora nasce per spostamenti d’aria dovuti a differenze di pressione. Scaturisce dal punto di incontro di due climi, quello nordico e quello mediterraneo ed è quindi anche la perfetta sintesi dello spirito della città. (Mauro Covacich)

Settembre al mare a dipingere Trieste, Porta d’Oriente e crocevia di culture diverse, cercando le luci del nord sul mar Mediterraneo.
Dipingere “en plein air” è il modo migliore per rappresentare dal vero paesaggi e architetture imparando a riconoscere le forme e i colori reali. Dipingere “en plein air”  è riportare sulla carta o sulla tela le atmosfere che ti avvolgono in quel momento, in quel luogo, con quelle determinate condizioni atmosferiche. Dipingere “en plein air” è una splendida e benefica terapia per il corpo e per l’anima.
Il Workshop è dedicato a tutti gli acquerellisti dilettanti e non, desiderosi di conoscere i segreti della pittura “en plein air”.


Egon Schiele, Porto di Trieste; 1907


Programma

Venerdì 6 settembre, Trieste dall’alto: ritrovo ore 9,30 al Castello di San Giusto, esercizi tra il Castello e la Cattedrale di San Giusto

Sabato 7 settembre, una giornata al mare: ritrovo ore 9,30 al Ponte Rosso, passeggiata acquerellosa dal Canal Grande alla Marina di San Giusto

Domenica 8 settembre, una giornata al Parco e Castello di Miramare. Ritrovo ore 9,30 all'ingresso del Parco
.




Iscrizioni e informazioni

Il corso si svolgerà a Trieste dal 6/8 settembre 2019 con orario 9,30-18,00
Pranzi al sacco a cura dei partecipanti
Costo d’iscrizione al corso euro 170.
Numero minimo di partecipanti 8 massimo 14.

L’iscrizione al corso dovrà pervenire tramite mail al seguente indirizzo lorenzodottisketcher@gmail.com non oltre la data del 30 agosto 2019.
Per iscrizioni e informazioni: Lorenzo Dotti 3334648829

Trattandosi di un corso “en plein air” consiglio i partecipanti di dotarsi di un piccolo zainetto nel quale riporre i materiali da lavoro e un piccolo sgabello pieghevole per disegnare comodamente seduti, laddove non si trovi una panchina o un muretto.