mercoledì 10 luglio 2019

Esercizio n.15 dipingere un ruscello in montagna



Un nuovo esercizio dedicato ai vacanzieri montagnardi che cercano frescura sui bordi dei
luminosi ruscelli montani.
Esercizio realizzato con Watercolor White Nights, nomi e numerazione seguono quindi la cartella colori White Nights.

Paletta colori White Nights utilizzati per l’esercizio.


1. Il soggetto da riprodurre,  Valle di Viù tra il Malciaussia e il Rocciamelone

2. Disegno a matita e tratteggio delle zone in ombra

3. Mescola Azzurro 509 e Idantrene 524 per il cielo e le ombre in secondo piano,
Mescola Azzurro 509 e violetto 607 per le  ombre in primo piano.

4. Mescola Rosso inglese 321 e Violetto 607 per le rocce in primo piano
5. Mescola Verde giallo 718 e Verde oliva chiaro 727 per le praterie, sfumata durante la stesura
con mescola di Rosso inglese 321 e verde oliva chiaro 727

6. Mescola scura Rosso inglese 321 e violetto 607 per rinforzare le ombre in primo piano tra
le rocce, rinforzare i verdi con mescola densa Verde giallo 718 e Verde oliva chiaro 727,
Azzurro 509 per l'acqua nel torrente
Qui sotto trovate il link a tutti gli esercizi finora pubblicati

Dipingere il Monte Baldo 2019



Dipingere il Monte Baldo 
 Corso di acquerello “en plein air” 
Rifugio Monte Baldo, Avio (TN) 3/6 ottobre 2019

Come una grande nave di pietra, il Monte Baldo emerge dalla pianura e dalle acque del lago di Garda. Il suo grande valore naturalistico, storico e ambientale ne ha fatto sin dal Rinascimento una meta frequentata da botanici e naturalisti, che percorsero il "giardino d'Italia", riconoscendone la immensa biodiversità di piante ed erbe. Anche quest’anno si torna sul Monte Baldo a far ballare i pennelli, osservando e ritraendo dal vivo la sua  grande biodiversità, che attraversa nature così diverse ma vicine tra loro: dagli ulivi ai pini mughi passando per canyon e faggete secolari. Tre giorni sul Monte Baldo dove lo sguardo spazia verso orizzonti infiniti, che cambiano continuamente: valli glaciali dalle vertiginose pareti rocciose, pascoli e praterie d’alta, le Alpi Orientali che chiudono a corona tutto intorno, il più grande lago d’Italia adagiato ai nostri piedi, e tanto altro ancora. Questi sono solo alcuni dei validi motivi per venire quassù, entrare nello spirito di questa natura da sogno e cercare di riprodurla sulla  carta. Lorenzo Dotti, artista naturalista, cerca di trasmettere la sua passione per il disegno attraverso l’insegnamento, comunicando i trucchi del mestiere e la voglia di stupirsi nel disegnare una piuma, una foglia o l’orizzonte infinito davanti a voi.  Il corso di disegno ad acquerello dedicato alla pittura del paesaggio “en plein air” si terrà presso il  Rifugio Monte Baldo (www.rifugiomontebaldo.it/it) dal 3 al 6 ottobre. I partecipanti saranno seguiti da Lorenzo Dotti che seguirà e aiuterà i corsisti nella costruzione del disegno dalla traccia a matita alle pennellate finali.



PROGRAMMA del CORSO

Tre giornate da vivere intensamente nella natura del Monte Baldo. 
Giovedì 3 ottobre. Ritrovo al Rifugio Monte Baldo alle ore 15. Assegnazione delle camere e incontro preliminare sul Disegno “en plein air” 
Venerdì 4 ottobre. Paesaggi e natura tra faggi secolari e le malghe della Madonna della Neve.
Sabato 5 ottobre. Escursione al Corno della Paura a disegnare dall'alto panorami mozzafiato sulla Vallagarina e le montagne del Baldo. 
Domenica 6 ottobre. Disegnare lungo il torrente e nel bosco. Ore 15 Termine del corso
Il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo o altro.





ISCRIZIONI e INFORMAZIONI

Il corso si svolgerà al Rifugio Monte Baldo
dal 3 al 6 ottobre 2019 con orario 9,30 -12,30 pausa pranzo 14- 18

I costi totali a persona sono i seguenti:
Sistemazione in camera doppia euro 305,00.
Sistemazione in camera singola euro 335,00 (disponibilità limitata).

I costi comprendono le lezioni al corso tenute da Lorenzo Dotti e la sistemazione in rifugio con trattamento in pensione completa per 3 giorni.
Il corso è aperto a principianti ed esperti disegnatori, di età superiore ai 14 anni.
Numero minimo di partecipanti 8 massimo 18.

La richiesta di iscrizione al corso dovrà pervenire tramite mail al seguente indirizzo: lorenzodotti58@gmail.com non oltre la data del 30 settembre 2019

Per iscrizioni e informazioni: Lorenzo Dotti 3334648829

 





domenica 9 giugno 2019

Dipingere il Lago di Lugano



Dipingere i colori del lago di Lugano

con Lorenzo Dotti

 Gandria, Lago di Lugano 26/27 ottobre 2019



Dipingere “en plein air” è il modo migliore per rappresentare dal vero paesaggi e architetture imparando a riconoscere le forme e i colori reali. Dipingere “en plein air”  è riportare sulla carta o sulla tela le atmosfere che ti avvolgono in quel momento, in quel luogo, con quelle determinate condizioni atmosferiche. Dipingere “en plein air” è una splendida e benefica terapia per il corpo e per l’anima.
Il Workshop è dedicato a tutti gli acquerellisti dilettanti e non,  desiderosi di conoscere i segreti della pittura “en plein air” immersi nel mondo naturale, senza paura di sporcarsi e di lavorare per terra per lasciarsi trasportare appieno dalla natura del luogo.
Il workshop si svolgerà nel borgo di Gandria sul lago di Lugano il 26/27 ottobre 2019


DESCRIZIONE DEL CORSO


Dipingeremo nel borgo di Gandria, uno dei villaggi più singolari della Svizzera che sta aggrappato alla rupestre sponda del lago Ceresio ai confini con la Valsolda. Le case, viste dal lago sembrano sovrapposte luna all’altra, viste dall’alto formano un sol tetto rosso cupo che armonizza con le azzurrine acque del lago. L’interno del paese è un labirinto di stradine e porticati con selciati di pietra calcarea e gradini che scendono a lambire le acque del lago.

PROGRAMMA

SABATO 26 OTTOBRE
Ore 09.30 ritrovo a Gandria sul sagrato della chiesa di San Vigilio
A seguire  presentazione del corso e primi esercizi nel borgo del paese acquarellando pittoreschi scorci che si affacciano sul lago Ceresio e sulle montagne circostanti.

DOMENICA 27 OTTOBRE
Ore 09.30 ritrovo a Gandria sul sagrato della chiesa di San Vigilio
Comoda passeggiata lungo il sentiero che costeggia il lago, durante la quale dipingeremo i panorami sul golfo di Lugano e sul Monte S.Salvatore.
Ore 16.00 ritorno a Gandria
Ore 16.30 fine del laboratorio 


ISCRIZIONI E INFORMAZIONI

Il corso si svolgerà a Gandria Ticino Svizzera dal 26 al 27 ottobre 2019
Costo del corso 120 €
La quota comprende le lezioni tenute da Lorenzo Dotti,
Non sono comprese nel costo:
Pranzo al sacco del 26/27 ottobre, cena conviviale del 26 ed eventuale alloggio per chi volesse pernottare in zona la notte di sabato.
(gli interessati al pernottamento possono contattare Bruno Pinoli, mail: bruno.pinoli@bluewin che vi potrà dare delle indicazioni)

La richiesta d’iscrizione al corso dovrà pervenire tramite email al seguente indirizzo entro e non oltre il 12 ottobre: lorenzodottisketcher@gmail.com

Il corso è aperto a principianti ed esperti di età superiore ai 14 anni .
Numero minimo di partecipanti 8 massimo 14 .

Per iscrizioni e informazioni:
Lorenzo Dotti 0033 334 648829 Bruno Pinoli 0041 097 576783   

 

LORENZO DOTTI
Nato a Torino nel1958 vive e lavora nella campagna torinese e nell’Isola di Capraia (Arcipelago Toscano). Pittore animalier e illustratore naturalista, nel 2001 costituisce la Società di allestimenti museali e divulgazione scientifica “STUDIO ALCEDO”.  Dal 2000 al 2010 è stato docente di Disegno Naturalistico per il Corso di Laurea in Conservazione dei Beni culturali e ambientali presso l’Istituto Universitario “Suor Orsola Benincasa” di Napoli. Dal 2005 Prende parte anche a progetti sperimentali di educazione ambientale per le scuole medie superiori, stimolando gli studenti a rappresentare la natura dal vivo con la tecnica dell’acquerello. Autore di diversi carnet de voyage tra cui: Isola di Capraia, Isola di Gorgona, Isola d’Elba per la collana I taccuini dell’Arcipelago Toscano (EDT, Torino), Monferrato tra colline e risaie, Tracce di Cemento per la collana Carnet del Monferrato (Edizioni Boreali).
Le sue illustrazioni sono apparse in molti libri di carattere naturalistico soprattutto ornitologico ed orchidofilo.



mercoledì 5 giugno 2019

Filicudi, mostra di acquerelli


Filicudi
acquerelli di
Lorenzo Dotti

Mostra di acquerelli realizzati "en plein air" dal 2016 al 2019
Sabato 15 giugno ore 18,30 - 22 Villa la Rosa, Filicudi.

La mostra più breve al mondo su una delle più belle isole al mondo!
Vernissage ore 18,30, finissage ore 22 del 15 giugno 2019




Le piccole isole? Le adoro!
Ci accolgono come zattere di salvataggio, ed è subito amore. 
Fai in fretta a sentirti bene a Filicudi  flanellando lungo le sue curve di roccia e tra le pieghe di un antico vulcano che ha creato e colorato questa piccola isola lontana dalla civiltà, avvolta  nella profumata  natura mediterranea e da un silenzio di pace.
Gli acquerelli in mostra sono stati realizzati tutti "en plein air" durante i miei soggiorni sull'isola dal 2016 al 2019, quasi sempre poco dopo l'alba per lavorare al "fresco" mattutino.

Vi aspetto sabato 15 giugno per la mostra di acquerelli più breve al mondo: Vernissage ore 18,30, finissage ore 22 del 15 giugno 2019 presso Villa la Rosa, Filicudi, Isole Eolie.
Un grazie di cuore all'amica Clare Littlewood che mi ospitato in questi anni coccolandomi nella
sua incantevole casa!






domenica 2 giugno 2019

Esercizio n.14 dipingere mare e scogliere bis




Un nuovo esercizio dedicato ai colori del Mediterraneo, ombre forti e mari cristallini che incorniciano la Punta del Ferraione all'Isola di Capraia, dove si svolgerà dal 13 al 20 luglio il corso di acquerello "en plein air" dedicato ai colori abbaglianti di questa incantevole isola. Qui sotto link al programma completo del corso:

Esercizio realizzato con Watercolor White Nights, nomi e numerazione seguono quindi la cartella colori White Nights.

Paletta colori White Nights utilizzati per l’esercizio. 



1. Il soggetto da riprodurre Punta del Ferraione, Isola di Capraia

2. Disegno a matita e tratteggio delle zone in ombra
3. Mescola Blu oltremare 511 e violetto 607 per le zone in ombra.
Blu ftalo 513 per il mare, sfumato con Verde smeraldo 713 nella parte bassa sotto al faro



4. Rocce: mescola Terra d'ombra bruciata 408 e Giallo di Napoli 209, nella parte bassa Nero neutro 805 molto diluito.
Vegetazione secca in primo piano: Terra d'ombra bruciata 408 e Giallo di Napoli 209.
Altra vegetazione: Verde oliva chiaro 727.

5. Rosso inglese 321 più o meno diluito per tetti, edifici e per rinforzare rocce e vegetazione in primo piano

6. Verde oliva 725 scuro per rinforzare i verdi, e Verde smeraldo 713 molto diluito per le foglie
dell'Agave davanti ai muretti

7. Mescola Seppia 413 e Violetto 607 per rinforzare le ombre un po ovunque, e sfumate con mescola
Blu oltremare 511 e Violetto 607 per le rocce in primo piano.
Punta di Rosso scarlatto 318 per il frammento di rete da cantiere

Qui sotto trovate il link a tutti gli esercizi finora pubblicati

sabato 18 maggio 2019

Dipingere Capraia, luglio 2019



Ero poco più che ragazzo la prima volta che ho messo piede a Capraia, nell’estate del 1978.
Sono passati molti anni, ma ogni volta che ci torno e come se fosse la prima: il suo essere terra lontana dalla civiltà continentale, il suo profumo avvolgente di macchia mediterranea, le sue rocce multicolore e il suo mare ricco di vita non mi hanno mai tradito e regalano ogni volta nuove sorprese per gli occhi, la mente e lo spirito.
Mare, scogliere e riflessi saranno i protagonisti delle pennellate capraiesi durante il corso intensivo di acquerello che si svolgerà nella settimana dal 13 al 20 luglio 2019.
Escursioni a piedi, e in barca per cogliere dal vivo le policrome coste dell’isola che stupiscono l’osservatore per la varietà di forme e colori.
Nel corso della settimana si effettueranno tre escursioni in mare e due nell’entroterra. Le uscite marine si effettueranno a bordo di un gommone per poter disegnare dal mare, godendo appieno dell’immensità delle scogliere capraiesi.


Programma

Sabato 13 luglio
Ore 9 partenza del traghetto da Livorno- arrivo a Capraia ore 11,45 (possibilità partenza da Livorno anche alle ore 15.30 con arrivo a Capraia alle ore 18.15.)
Ore 19,30 ritrovo alla Chiarantjna - Aperitivo e presentazione del corso.
Cena al Ristorante da Cherie al Porto, per gustare le prelibatezze “tutto mare” di Giada e della sua mamma.

Domenica 14 luglio
Ore 8,30 colazione alla Chiarantjna
Ore 9 dipingere mare e scogliere, esercizi da terra alla Torretta del bagno pranzo al sacco, attività balneare nell’intervallo pranzo e quando necessario per rinfrescare la mente. Ore 16 sketch tra le vie del paese.

Lunedì 15 luglio
Ore 8,30 colazione alla Chiarantjna
Ore 9 escursione via mare in gommone – barca taxi trasferimento in una cala dell’isola, pranzo al sacco, attività balneare nell’intervallo pranzo e quando necessario per rinfrescare la mente. Rientro nel pomeriggio.

Martedì 16 luglio
Ore 6 (facoltativo) disegnare l’alba alla Bellavista
Ore 8,30 colazione alla Chiarantjna
Ore 9 escursione terrestre alla cala dello Zurletto, pranzo al sacco, attività balneare nell’intervallo pranzo e quando necessario per rinfrescare la mente. Rientro nel pomeriggio.

Mercoledì 17 luglio
Ore 8,30 colazione alla Chiarantjna
Ore 9 escursione terrestre nell’Ex Colonia Penale pranzo al sacco.
Cena all’Agriturismo Valle di Portovecchio, nell’ex colonia Penale, da Massimo e Rossana. Si possono gustare piatti appetitosi con le verdure del loro orto, formaggi toscani abbinati alle loro marmellate, pesce. Distanza 2 km c.a. dal Paese. Rientro dopo cena

Giovedì 18 luglio
Ore 8,30 colazione alla Chiarantjna
Ore 9 escursione via mare in gommone – barca taxi trasferimento in una cala dell’isola, pranzo al sacco, attività balneare nell’intervallo pranzo e quando necessario per rinfrescare la mente. Rientro nel pomeriggio.

Venerdì 19 luglio
Ore 8,30 colazione alla Chiarantjna
Ore 10 giro dell’Isola in barca: Con Giovanni a bordo della motobarca Margò potrete osservare la costa dell'isola: a picco, frastagliata ed erosa dalle forti mareggiate, ricca di grotte e anfratti la costa di ponente, più dolce e accogliente quella di levante.
Ore 13 esercizi alla Cala di San Francesco e Convento di S.Antonio, pranzo al sacco, attività balneare nell’intervallo pranzo e quando necessario per rinfrescare la mente.
Cena all’Ittiturismo “Il Carabottino”, pesce pescato da Antonio e cucinato con passione da sua moglie Siria e dal nipote Federico.

Sabato 20 luglio
Ore 8,30 colazione alla Chiarantjna
Ore 9 esercizi lungo la strada di San Leonardo sulla Baia del porto, pranzo al sacco. Riflessi al porto.
Ore 18,45 Partenza da Capraia- ore 21,30 arrivo a Livorno (possibilità di partenza da Capraia alle 12.15 con arrivo a Livorno alle 15.00)



QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:    €  860,00 a persona
La quota di partecipazione comprende:
N. 7 pernottamenti in appartamenti da 2/3 posti letto
N. 7 colazioni
N. 3 cene
N. 1 aperitivo (sabato) alla Chiarantjna
N. 3 escursioni via mare (2 trasferimenti in barca-taxi, 1 giro dell’isola)
le lezioni del corso tenute da Lorenzo Dotti per l’intera durata del soggiorno

possibilità di soggiorno in Hotel:
con sistemazione in camera doppia:  quota di partecipazione    960,00 euro.
con sistemazione in camera singola: quota di partecipazione 1.080,00 euro.
(comprensive degli stessi servizi sopra indicati)

Gruppo minimo 6 persone, massimo 12.
La quota non comprende i pranzi al sacco, il biglietto del traghetto e tutto quanto non espressamente indicato nella voce “la quota comprende”.

La richiesta di iscrizione al corso dovrà pervenire tramite mail al seguente indirizzo: lorenzodotti58@gmail.com non oltre la data 30 giugno 2019
Per iscrizioni e informazioni: Lorenzo Dotti  3334648829 

Per informazioni sulla logistica soggiorno:
Agenzia Viaggi Parco 0586905071 -349 3033411 agparco@tin.it
informazioni sull’isola di Capraia www.isoladicapraia.it

Il corso è aperto a principianti ed esperti  disegnatori, di età superiore ai 14 anni
Abbigliamento indispensabile e consigliato Le escursione che si effettueranno via terra richiedono l’utilizzo di comode scarpe da ginnastica o escursione e di un copricapo per ripararsi dai raggi solari.




lunedì 6 maggio 2019

Tracce di cemento in mostra a Ozzano Monferrato


Tracce di cemento
lo sguardo dell'artista sull'archeologia industriale della calce
e del cemento nel Monferrato casalese
Ozzano Monferrato, ex cementificio Cementi Rossi
Domenica 19 maggio ore 10

Siete tutti invitati all’inaugurazione della mostra Tracce di cemento, che si terrà a Ozzano Monferrato alle ore 10 domenica 19 maggio 2019.

Nel pomeriggio dalle 14 alle 18,30 laboratorio di sketch tra i bellissimi manufatti di archeologia industriale nel comune di Ozzano Monferrato. 
Quota partecipazione al laboratorio di sketch 20€, iscrizione obbligatoria entro il 16 maggio scrivendo a lorenzodotti58@gmail.com
Numero massimo di partecipanti 20.




In mostra presso l’ex cementificio Cementi Rossi di Ozzano Monferrato:
.Lorenzo Dotti,  acquerelli del carnet del Monferrato “Tracce di Cemento”, Edizioni Boreali 2019
.Mauro Gallinaro, fotografie sull’ex cementificio Cementi Rossi , vincitore del concorso “Obiettivo Monferrato 2018”
.Raccolta di immagini dell’archeologia industriale della calce e del cemento presenti nel Monferrato casalese.
.Progetti per il futuro Museo delle Marne da Cemento del Monferrato casalese - MuMaCeM
.Storia dell’ex cementificio Cementi Rossi e dell’imprenditore che lo rese importante: Giovanni Rossi.
Con il patrocinio del Comune di Ozzano Monferrato
Si ringrazia l'Ente Gestione Sacri Monti per il prestito delle strutture espositive
La mostra sarà visitabile dal 19 maggio fino al 28 luglio 2019



TRACCE di CEMENTO, la mostra
Un’altra bella avventura condivisa con l’amico Carlo Rosso vede la luce: è il secondo volume della collana “Carnet del Monferrato” dedicato all’archeologia industriale monferrina. "Tracce di cemento", così si chiama,  è una storia intensa, fatta di territorio, uomini, tecnologia e natura. Provate a  chiudere gli occhi e riapriteli guardando le colline attorno a Casale Monferrato a cavallo tra le due guerre del secolo scorso. I crinali del Monferrato sono percorsi da lunghe teleferiche che trasportano a valle dentro ceste di vimini le preziose marne  per la produzione del cemento, qua e la sulle colline alte torri segnano l’ingresso ai pozzi di estrazione, e lunghi convogli di piccoli treni fumanti scendono agli opifici di Casale, vere e proprie cattedrali con le loro alte ciminiere. Abbiamo  illustrato quel che rimane di questo scenario con tanti acquerelli, cartine, itinerari e brevi testi in italiano e inglese per riscoprire sul campo questo importante patrimonio di archeologia industriale. Pubblicato con il contributo di Compagnia di San Paolo, Aree Protette Po vercellese-alessandrino, Comune di Casale Monferrato, Associazione OperO Ozzano e Associazione Il Cemento - Casale Monferrato. Ora è nelle sapienti mani della tipografia, a breve sarà nelle vostre! #traccedicemento