sabato 23 febbraio 2013

Un quaderno per Capraia



Il quaderno di campo, dicembre 2007




Isola di Capraia, dicembre 2007
Sono a Capraia ancora per poco. Pochi giorni e si ritorna al nord, lontano dal mare e lontano da lei, isola da sogno.
So quanto mi mancherà, come sempre. Mi mancherà tutto, un elenco infinito di " mi manca": l'aria, i profumi, il mare, la macchia, la roccia, gli uccelli e la forza di una piccola zattera di lava che resiste al cemento. Sono qui ancora per poco, ma quel poco lo assorbo come vino buono, come donna da amare, come terra che non tradisce ogni volta che si ritorna.
Mi sveglio presto al mattino, porto con me il quaderno di campo,gli acquerelli e Sorcetto il mio cane. Mi fermo quando la luce fa ballare la macchia e la roccia, apro il quaderno e i pennelli corrono sul foglio guidati da mani invisibili.









4 commenti:

  1. Bello! non solo gli acquarelli, anche i tuoi scritti in cui sai comunicare con l'anima. Saluti a Sorcetto che spero sia ancora con te.

    RispondiElimina