lunedì 2 dicembre 2013

Mani d’oro, Napoli novembre 2013

Napoli, Orto Botanico dell'Università degli Studi Federico II, 22-24 novembre 2013
Corso di disegno naturalistico, architettura degli alberi e disegno del paesaggio



Passata la pioggia una giornata primaverile avvolge Napoli e mi ci inoltro vestito come Totò a Milano, manca solo il colbacco, e allora via tutto per assorbire quel sole caldo così prezioso alle nostre latitudini. Passata la pioggia che ci ha seguito per tre giorni, che ci ha costretto al chiuso a balenar pennelli e colori. Ma ha dir lo vero non ce ne siamo neanche accorti che pioveva: eravamo talmente concentrati a disegnare che il tempo volava ed era subito buio. Se ne sono accorte solo le mie scarpe inzuppate come biscotti nel latte al ritorno  dai decumani dopo un raviolo di pesce da sogno! Sono stati tre giorni di grande produzione artistica e ne sono la prova i disegni qua sotto frutto del lavoro delle vostre mani d’oro che impugnavano pennelli, che eseguivano curve impossibili e linee difficili ma provavano e trovavano la strada giusta per esprimersi. E correvano i pennelli  e ballavano leggeri sulla carta a  disegnare mari, scogliere , campagne , finestre, architetture, nuvole, spiagge atlantiche  e pezzi di Napoli la vostra città incantatrice. Mani da sogno di una umanità variegata bella e sana, che voglia di vivere che mi regalate! Grazie mani .                    Hanno ballato con noi: Arianna e Stefano, Flora e Martina, Mariagrazia e Paola,  Marta e Patrizia , Rossana e Tonia, Roberta Luciana e Claudia, Annamaria, due Giulie, Andrea il calligrafo e Andrea ‘o napuletano, Laura, Roberta, Marina, Valeria e Simonetta.

Andrea Accennato

Andrea Liserre

Annamaria

Arianna Mancini

Claudia

Flora

Giulia Galasso

Giulia Guerra

Luciana

Mariagrazia

Marta Marini

Marina

Martina Troise

Paola

Patrizia
 

Laura

Roberta

Roberta Arsieri

Rossana

Simonetta

Stefano Scifoni

Tonia

Valeria



3 commenti:

  1. grazie Lorenzo, è stato bello conoscerti, lavorare con te, confrontarsi con tanti bravissimi disegnatori.
    Torna, sta casa aspett a ttè. Un abbraccio a tutte e tutti, ma più grande al maestro, "core napulitano" di adozione, Roberta
    PS ti informo che la malattia si è aggravata, case trascurate, amicizie abbandonate, letture interrotte, film bypassati senza cruccio, ebbene sì esiste solo il pennello, ci piace la carta, adoriamo i godet. Una nuova dipendenza: Water color addiction!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. adorabile Roberta mi commuovi! sono strafelice di aver insinuato tra di voi il tarlo della Watercolor addiction!! grazie per il "core napulitano", tra quei vicoli mi sento a casa e l'aria di Napoli già mi manca! ma scaldate i pennelli che il prossimo anno si replica!

      Elimina