giovedì 2 aprile 2015

Ascalafi, Tottaville e Orchidee spontanee

E’ iniziata da poco anche qui in Piemonte la fioritura delle orchidee spontanee che impreziosiscono con la loro fioritura le praterie aride delle zone collinari e pedemontane.


Ascalafo bianco (Libelloides coccajus)


La presenza delle orchidee nelle praterie aride dei settori meridionali del Piemonte, è spesso associata a quella dell’Ascalafo bianco ( Libelloides coccajus) un  vistoso Neurottero facile da vedere per le dimensioni e i caratteristici disegni alari, e da un raro Alaudidae difficile da osservare ma più facile da sentire: la Tottavilla dal caratteristico canto flautato.

Tottavilla (Lullula arborea)

Sono oltre 80 le specie di Orchidacee presenti nel territorio piemontese, e di queste oltre 30 prediligono gli ambienti aperti caratterizzati da una buona insolazione su terreni poveri e basici: le praterie aride. Il periodo  migliore per incontrarle è il mese di maggio quando il maggior numero di specie è in fiore; ma bisogna fare attenzione: le orchidee sono spesso di piccole dimensioni  e difficili da individuare per un occhio non allenato. Fate quindi molta attenzione a dove mettete i piedi.

Ofride dei Monti Dinari (Ophrys dinarica)

Consiglio per gli appassionati di orchidee: imparate il canto della Tottavilla e troverete le orchidee ;-)
Consiglio  per i birdwatchers: quando ascoltate le Tottaville togliete lo scarpone da sopra le orchidee ;-) 

Nessun commento:

Posta un commento